The Family Man: concediamoci un po’ di dolcezza a Natale

s

Il 22 dicembre 2000 usciva negli Stati Uniti The Family Man, titolo che detto così non richiama nulla alla memoria. Per intenderci, stiamo parlando di quel film di Natale con Nicolas Cage che vagamente somiglia a La vita è meravigliosa di Frank Capra. Ancora nulla? Non preoccuparti, è assolutamente normale. Non si tratta di uno strano film di nicchia coreano, il vero problema di questo film è che è assolutamente buonista e anonimo. Insomma il tipico film di Natale che si guarda dopo 5 ore di pranzo. Tuttavia si merita tutta la nostra attenzione perché ha avuto l’ardire di uscire nelle sale cinematografiche nel periodo natalizio, quando, ammettiamolo, la gente preferisce le commedie sessiste che si fingono apolitiche.

Protagonista l’intramontabile Nicolas Cage, quando ancora non conosceva il botox e i Razzie Awards per le peggiori interpretazioni. Al suo fianco Téa Leoni, fresca del successo di Deep Impact (1998) il suo film trampolino. A completare il quadretto la bambina prodigio, Mekenzie Vega, vincitrice per la sua interpretazione di un Young Artist Awards. La Location è d’eccezione, New York innevata, e il richiamo al film di Natale che ogni americano ha visto almeno una volta nella vita, la ciliegina sulla torta. Insomma le premesse erano buone e il pubblico l’ha sempre tollerato tranquillamente.

Certo, la trama non brilla per originalità: a un uomo multimiliardario viene mostrata, da una specie di angelo, la vita che avrebbe avuto se 13 anni prima non fosse partito per i suoi studi a Londra, restando con la sua fidanzata dell’epoca. Segue la classica contrapposizione, vita professionale di successo VS famiglia felice, in cui il protagonista dopo le prime rimostranze accoglie di buon grado la famigliola. Il finale, poi, ci riporta alla realtà, dove siamo responsabili delle conseguenze delle scelte che facciamo, ma dove è sempre concesso cambiare idea. Insomma, un po’ meno rassicurante de La vita è meravigliosa, ma un buon spunto di riflessione per il post pranzo del 25.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...