La grande abbuffata delle Serie Tv

Negli ultimi anni siamo diventati tutti grandi amanti delle serie tv, c’è chi si è lasciato travolgere dal celebre omaggio anni Ottanta di Stranger Things (2016) e chi, invece, si è perso nella nebbiosa Europa del Nord con The Crown (2016) e Peaky Blinders  (2013). Trasportati dalla passione per la serialità, ecco a voi lettori una nuova rubrica per esplorare il nuovo mondo della serialità, senza dimenticare il suo rapporto con il cinema. Cercheremo di scoprire i legami tra pubblico e serie tv, recenti e non solo, cercando di addentrarci nel salone da festa apparecchiato dalle nuove piattaforme di distribuzione e dai critici cinematografici che hanno stabilito lo status cinematografico delle serie tv moderne. 

La guerra fredda tra i medium più influenti dello spettacolo dell’audiovisivo si è conclusa ormai tempo fa, conducendo il cinema e la televisione a condividere “una poltrona per due” sempre connessa alla rete wi-fi. A testimoniare questa visione dei fatti, troviamo Netflix che è diventato il calderone dei nuovi format televisivi e seriali; ma è diventato anche il campo da gioco di registi e attori cinematografici, che cercano la libertà di espressione nelle serie tv. I grandi registi hanno la sensazione di essere rinchiusi in una prigione temporale, in quanto il film ha una durata prestabilita, e quindi cercano una via di fuga spazio-temporale per raccontare le loro storie. Questo permette ai registi di ritrovare la libertà perduta e alle serie tv di incrementare il proprio valore artistico multimediale.

quotes boardwalk empire tv series steve buscemi hbo 1600x1200 wallpaper_www.paperhi.com_51.jpg

Per l’apertura di questa nuova rubrica ai confini della realtà cinematografica, ritengo che il caso più emblematico sia quello del regista Martin Scorsese. Nel settembre 2010 il canale HBO lancia una nuova serie tv sul proibizionismo negli Stati Uniti: Boardwalk Empire.  Scorsese dirige l’episodio pilota, che viene difatti presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma. Bisogna anche tener conto che all’interno del cast brilla la stella del cinema Steve Buscemi, che interpreta il ruolo di Enoch Thompson. Un anno dopo la messa in onda la serie si aggiudica il Golden Globe per Miglior serie drammatica e Steve Buscemi per Miglior attore in una serie drammatica.

Sono bastati due grandi nomi, per rendere una serie tv sul proibizionismo uno dei fiori all’occhiello del canale HBO che proprio attraverso la serialità ha riscoperto la grandezza degli inizi (Hvinyl-key-art-640x948BO è anche il canale di produzione di Games of thrones). Nel 2016 il canale televisivo conquista il pubblico con Vinyl, la serie televisiva diventata famosa perchè creata da Mick Jagger e Martin Scorsese e con uno splendido Bobby Cannavale nei panni di un produttore musicale senza arte né parte.

Insomma, Scorsese si è ribellato in qualche misura ai tempi stretti del cinema ed è riuscito a portare le serie televisive su un altro livello. HBO ringrazia senza dubbio più degli spettatori, che ora si ritrovano persi in una grande abbuffata di serie tv.

Non ci resta che scoprire i nuovi percorsi possibili per conoscere e orientarsi tra le infinite proposte disponibili in primo luogo sul grande portale Netflix, ma anche dai nuovi canali del digitale terrestre che cercano di diminuire la pubblicità e catturare il pubblico domestico. Iniziate a preparare carta e penna, dal prossimo appuntamento inizia la lunga lista dei Must to see delle serie tv.

 

 

 

Annunci

Autore: CamillaLasiu

Naturalizzata Sarda, mi sono diplomata al Liceo Classico De Castro della città di Oristano. Partita alla volta di Torino, ho conseguito il titolo di Laurea Triennale in Dams-Cinema. Attualmente sono iscritta al Corso di Laurea Magistrale in Cinema e Media all'università di Torino e per sei mesi vivrò l'esperienza Erasmus a Parigi, presso la facoltà della Paris8 Vincennes Saint-Denis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...