Buon Compleanno Belmondo!

4869e

di Camilla Lasiu

Jean-Paul Belmondo è un figlio d’arte: madre pittrice e padre scultore, appartenenti alla borghesia francese anni cinquanta. Belmondo si tiene ben lontano dagli studi liceali e si lascia trasportare dalla passione per la boxe, che gli lascerà il ricordo di un bel naso rotto. Non a caso, nel 1978, lo scrittore Miro Silvera lo definì “un dio greco che aveva preso troppi pugni”.

Dalla sua esperienza di boxeur impara che ciò che lo spinge a combattere ogni volta è il desiderio di apparire tra gli altri, non tanto la vittoria. Così, grazie alle conoscenze del padre Paul, viene inserito nei corsi del Conservatorio Nazionale d’Arte Drammatica di Parigi. Al secondo tentativo riesce a diplomarsi come attore e ha inizio il suo apprendistato in teatro, per il quale recita L’avaro di Molière e il Cyrano de Bergerac di Rostand. Continua a leggere “Buon Compleanno Belmondo!”

Annunci

L’icona Brigitte Bardot

Voulez_Vous_Danser_Avec_Moi_Brigitte_Bardot_19-9

di Giorgia Lodato

Brigitte Bardot, indossando in modo innovativo abiti e accessori degli anni ’60, è stata sicuramente un’icona della moda. Lo dimostrano anche le collezioni create ad hoc per lei, come quella della celebre maison Repetto – specializzata in scarpette da ballo – che ideò delle scarpe in controcorrente con le tendenze del momento, che fossero più flessibili e leggere per valorizzare la figura femminile. Come sostenne in varie interviste rilasciate ad Henry-Jean Servat che ha scritto un libro su di lei, Brigitte Bardot è consapevole di aver inventato uno stile, il cosiddetto stile Bardot, che prevede un’acconciatura a nido d’ape resa celebre dall’attrice nel film Voulez-vous danser avec moi? – tradotto in italiano Sexy Girl – del 1959 di Michel Boisrond, un giallo dalle tinte rosa dove viene fuori prepotentemente la bellezza dell’attrice.

Continua a leggere “L’icona Brigitte Bardot”